LETARI WALTER
Walter Letari è nato il 16 agosto del 1953 a Borno da Arturo e Maria (Marì) Melgazzi.
Il nonno Pietro Letari si stabilì all'Annunciata nella seconda metà dell'800 e sposò la nonna Angela Franzoni di Ossimo Inferiore, nella casa in via Bertelli, 1 che in seguito diventerà il Ristorante Miravalle. Unico figlio maschio della famiglia composta anche dalle sorelle: Licia e Wanda. Frequenta le scuole elementari all'Annunciata in Piazza S. Francesco e le medie a Cogno. Poi si iscrive all'IPSSAR di Gardone Riviera ed in seguito a Darfo Boario Terme, preparandosi a continuare l'attività di famiglia. In giovinezza si dedica anche alle proprie passioni con piacevoli viaggi e permanenze studio all'estero, Inghilterra, Scozia, Stati Uniti, Canada, per affinare la lingua. Dopo gli studi inizia la collaborazione di lavoro in varie stazioni invernali, nel frattempo sorte in Valle fra le quali: Aprica, Monte Pora e Montecampione, dove collabora alla gestione di vari locali, particolarmente il bar sulle piste da sci e la discoteca, cimentandosi anche come DJ. Dal 1974 diventa titolare del "Ristorante bar Miravalle". Nel 1978 ricopre la carica (come indipendente di orientamento "liberal") di consigliere comunale per l'Annunciata, assessore del Comune di Piancogno e rappresentante dello stesso ente al BIM (Bacino Imbrifero Montano) fino al 1983. In seguito, viene chiamato a ricoprire la carica di commissario nella commissione comunale urbanistica e territorio. Carica tuttora ricoperta. Avendo molteplici interessi, diventa socio fondatore (non pilota) della scuderia Bresciarally.
Socio fondatore del Centro Volo Nord.
Socio fondatore delle "Settimane della gastronomia Camuna".
Socio fondatore del "GOT" gruppo operatori turistici di Valle Camonica.
Socio del "Consorzio della castagna di Valle Camonica".
Con la morte dei genitori si dedica totalmente alla gestione del locale di famiglia e all'Annunciata. Non disdegna comunque la partecipazione ad eventi o fiere per conto proprio o per altre organizzazioni. È tra i primi ad aggiungere, negli anni 2000 con l'approvazione della legge della Regione Lombardia, il Bed&breakfast al core business aziendale. In questo ultimo decennio recupera dei terreni agricoli incolti e crea i vigneti "Letari". Si unisce al viticoltore Alex Belingheri e inizia la produzione di un vino definito "Bianco dell'Annunciata IGT Valcamonica" e del "Passito dell'Annunciata IGT Valcamonica". Nel 2008, da una sezione delle gallerie ex Olcese, ora Edison, che collegavano l'Annunciata a Cogno, ricava la "Cantina Letari" .
Riapre la chiesa dei SS. Cosma e Damiano, chiusa da decenni, e si adopera per promuovere il recupero delle incisioni rupestri dell'Annunciata e la creazione del relativo parco.