GHIROLDI MARILENA
Marilena Ghiroldi è nata il 21 luglio del 1951 a Piamborno da Luigi e da Pierina Gheza. Frequenta le scuole elementari nel paese di nascita e le medie a Ronco all'Adige (Vr).
Sposata con Giovanni Baffelli ha un figlio, Evar.
Fin dall'infanzia si dimostra versata alla pittura. Alla scuola primaria scopre le matite colorate e le scocca la scintilla che poi diventerà passione.
Si reca a Brescia dove frequenta la scuola d'arte "Girolamo Savoldo" e sotto la guida dei due noti artisti, Zappelli e Salvetti, si impadronisce delle tecniche ad olio e tempera. Nel 1970 sostiene gli esami a Rovigo e si diploma Maestra d'Arte. Da subito la si vede impegnata come decoratrice di chiese e cappelle a Brescia, Sondrio, Livigno, intanto frequenta lo studio del pittore Mino Trombini dove affina la tecnica ad olio e mosaico e collabora alla esecuzione di grandi opere musive e vetrate a Lovere, Capo di Ponte, Temù, Ospitaletto, Bagolino, Tonale. Frequenta vari seminari a Milano dove apprende la tecnica per la pittura su porcellana; oltre che la lavorazione del vetro, la fusione e la tecnica "Tiffany". A questo punto, per avere acquisito le sue tecniche personali, si sente in grado di procedere da sola ed esegue mosaici funebri e religiosi in una ventina di centri della Valle Camonica. Sono visibili ed apprezzate opere esterne quali: Santella di Pirla a Piamborno, Cappella Vanoli a Lozio, Cappella Furloni a Malegno, in una strada di Malegno, Casa Richini a Piamborno, Caserma degli Alpini al Tonale.
Per la pittura aderisce fin dai primi anni alle varie rassegne pittoriche, e coglie le sue prime affermazioni pubbliche nel 1972 alla Contea di Bormio (So), a Lumezzane, Medaglia d'oro "Ca Di Pinti", a Monticelli Brusati, Medaglia d'oro. Inoltre è presente con mostre personali a Capriolo, Polpenazze, Seregno, Cogno, Malegno, Cividale del Friuli, Angolo Terme, Val Malenco, Borno, Rogno, Piamborno, Ponte di Legno, Cerveno, Nadro. Ha partecipato a collettive a: Milano, Firenze, Desenzano, e in molti centri della Valle Camonica.
Le sue opere sono state acquistate da committenti di Paesi sparsi nel mondo, fra i quali: Svizzera, Belgio, Uruguay, Germania, ex-Cecoslovacchia, Cina, Russia.
Due sue opere fanno bella mostra presso la Città del Vaticano; una offerta personalmente a Papa Giovanni Paolo II - Karol Wojtyla, (1920-2005); e una seconda donata al Cardinale camuno di Borno, Giovanni Battista Re.
Attualmente Marilena insegna presso l'Accademia "Arte e Vita" di Breno.